In questa sezione sono elencati i bandi scaduti ed in corso di valutazione da parte della commissione.
  • Concorso pubblico, per esami, a complessive 52 unità di personale amministrativo (area III fascia retributiva F1) da inquadrare nei ruoli del personale della Corte dei Conti e dell'Avvocatura dello Stato

    Anno:2020

    Disponibile fino al: 06/10/2020 00:00


    https://www.corteconti.it/Home/Organizzazione/AmministrazioneTrasparente/BandiConcorso/ConcorsiPersonaleAmministrativo/ConcorsoPubblico52

    Homepage concorso

     

    Benvenuti nell'area dedicata al Concorso pubblico, per esami per il reclutamento di complessive cinquantadue unità di personale amministrativo Area III – Fascia retributiva F1, caratterizzate da specifiche professionalità con orientamento giuridico-finanziario - economico da inquadrare nei ruoli del personale della Corte dei conti e dell'Avvocatura dello Stato​.

    Per informazioni inerenti il bando di concorso contattare il Segretariato Generale - Servizio accessi, mobilità e dotazioni organiche – al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

    Per chiarimenti di natura tecnica è possibile inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

     

     

                                

     

     

     

      

    A quale data devo possedere i requisiti per l'ammissione al concorso?
    I requisiti per l'ammissione al concorso e gli eventuali titoli di preferenza devono essere posseduti entro la data, specificata all'interno del bando, corrispondente al 60mo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando, ovvero al termine ultimo per presentare la domanda di partecipazione.​

    Si può presentare la domanda di partecipazione senza utilizzare il modulo telematico predisposto dalla Corte dei conti?
    No, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, pena l'esclusione dal concorso. ​

    È possibile trasmettere con posta o consegnare personalmente la domanda?
    No, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, pena l'esclusione dal concorso. Soltanto ai candidati in condizioni di disabilità per minorazioni visive, di cui all’art. 5, comma 3, del bando è consentita la consegna a mano o l’invio tramite raccomandata con avviso di ricevimento della domanda di partecipazione, entro il termine di cui all’art. 5 comma 1 del bando.​

    E’ necessario avere un indirizzo di posta elettronica certificata?
    Si, non saranno prese in considerazione le domande che riportano un indirizzo di posta elettronica ordinaria o di posta elettronica certificata non intestato al candidato che compila la domanda di partecipazione al concorso. Soltanto per i candidati in condizioni di disabilità per minorazioni visive non è richiesto il possesso di indirizzo di posta elettronica certificata.​

    Ho dimenticato la password e la mia pec è stata disabilitata, come posso fare?
    E’ necessaria una nuova iscrizione telematica utilizzando una nuova pec.

    Che cosa devo allegare alla domanda di partecipazione?
    Alla domanda devono essere allegati:

    • copia della ricevuta di versamento di 10 euro, quale contributo per le spese relative all’organizzazione ed all’espletamento del concorso
    • copia di un documento di identità del candidato in corso di validità

    Ho bisogno di richiedere tempi aggiuntivi e strumenti ausiliari per lo svolgimento delle prove scritte. Come devo fare?
    Il candidato che dichiara in domanda, nello spazio dedicato, di essere portatore di handicap, deve specificare la propria condizione nonchè l'ausilio e i tempi aggiuntivi eventualmente necessari per lo svolgimento delle prove. A tal fine è necessario attestare di essere stati riconosciuti disabili mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione effettuata nei modi e nei termini previsti dalla legge, ovvero allegare, idonea certificazione rilasciata dalla struttura pubblica competente.​

    Riferimenti Annunci FAQ

  • Concorso pubblico, per titoli ed esami, a sessantaquattro posti di referendario nel ruolo della carriera di magistratura della Corte dei conti - Referendari 2019

    Anno: 2019

    Disponibile fino al: 17/10/2019 00:00


    https://www.corteconti.it/Home/Organizzazione/AmministrazioneTrasparente/BandiConcorso/ConcorsiMagistratura/Concorso19lugio2019

    Benvenuti nell'area dedicata al Concorso pubblico, per titoli ed esami, a 64 posti di referendario nel ruolo della carriera di magistratura della Corte dei conti.

    Per informazioni inerenti il bando di concorso contattare il Segretariato Generale - Servizio accessi, mobilità e dotazioni organiche – con le seguenti modalità:

    Per informazioni di natura tecnica inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

     

    20 Luglio 2019  Versamento contributo obbligatorio € 50,00

    Data di pubblicazione: Luglio 17, 2019

    Il versamento di € 50,00 quale contributo per le spese relative all'organizzazione e all'espletamento del concorso, previsto dall'art. 6, comma 3, del bando di concorso, deve essere effettuato sul conto corrente postale n.48575005, intestato a: Tesoreria centrale dello Stato - Entrate eventuali della Corte dei conti.
    Il versamento può essere effettuato anche attraverso bonifico bancario, utilizzando la stessa intestazione ed il seguente IBAN:

    IBAN: IT41N0760103200000048575005

     

    A quale data devo possedere i requisiti per l'ammissione al concorso?
    I requisiti per l'ammissione al concorso e gli eventuali titoli di merito e di preferenza devono essere posseduti entro la data, specificata all'interno del bando, corrispondente al 90mo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale, ovvero al termine ultimo per presentare la domanda di partecipazione.

    I titoli di merito possono essere tra loro cumulabili?
    Per ogni categoria è possibile cumulare più titoli di merito fino ad un punteggio massimo prestabilito. In particolare:
    I categoria (Doti di capacità e di rendimento): massimo 20 punti
    II categoria (Incarichi): massimo 5 punti
    III categoria (Titoli di cultura): massimo 20 punti
    IV categoria (Studi elaborati e pubblicati): massimo 5 punti

    Si può presentare la domanda di partecipazione senza utilizzare il modulo telematico predisposto dalla Corte dei conti?
    No, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, pena l'esclusione dal concorso.

    È possibile consegnare personalmente la domanda?
    No, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, pena l'esclusione dal concorso.

    E’ necessario avere un indirizzo di posta elettronica certificata?
    Si, non saranno prese in considerazione le domande che riportano un indirizzo di posta elettronica ordinaria o di posta elettronica certificata non intestato al candidato che compila la domanda di partecipazione al concorso.

    Ho dimenticato la password e la mia pec è stata disabilitata, come posso fare?
    E’ necessaria una nuova iscrizione telematica utilizzando una nuova pec.

    Che cosa devo allegare alla domanda di partecipazione?
    Alla domanda devono essere allegati, a pena di esclusione dal concorso:

    • copia della ricevuta di versamento di 50 euro, quale contributo per le spese relative all’organizzazione ed all’espletamento del concorso
    • copia di un documento di identità del candidato in corso di validità
    • curriculum vitae aggiornato
    • le eventuali pubblicazioni in formato digitale (massimo n. 5). Se non si possiede il formato digitale le pubblicazioni cartacee possono essere spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro l’ulteriore termine perentorio di venti giorni dalla scadenza del bando, o presentate a mano al Segretariato generale della Corte dei conti, nello stesso termine, dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00; dell’avvenuta consegna a mano verrà rilasciata ricevuta.

    Sono un funzionario della P.A. da 4 anni e 7 mesi. Posso partecipare al concorso? 

    No, è necessario avere un’anzianità di servizio “almeno” di cinque anni per poter partecipare. Le anzianità prescritte dal bando per ciascuna categoria di partecipazione devono essere possedute interamente.

    Ho bisogno di richiedere tempi aggiuntivi e strumenti ausiliari per lo svolgimento delle prove scritte. Come devo fare?
    Il candidato può inserire, nell’apposito spazio dedicato agli allegati della domanda, utilizzando i campi denominati “Altro”,  anche l’eventuale istanza di strumenti ausiliari e di tempi aggiuntivi per lo svolgimento delle prove, corredata da idonea certificazione medica, ai sensi della normativa vigente.

    Sono un funzionario della P.A. assunto, tramite selezione pubblica, con contratto di formazione e lavoro. Posso considerare i 2 anni di formazione come servizio “di ruolo” ai fini del calcolo dell’anzianità?
    Si, il contratto di formazione e lavoro rappresenta un particolare tipo di contratto a termine, il cui nucleo originario si rinviene nella legge n. 285/1977 per il settore privato, e che successivamente è stato esteso, con il decreto legislativo n. 80/98, a tutti i comparti della pubblica amministrazione. Oggi il d.lgs n. 165/01 consente alle P. A. di avvalersi delle forme contrattuali flessibili “previste dal codice civile e dalle leggi sui rapporti di lavoro subordinato nell’impresa” fermo restando il rispetto delle disposizioni in materia di reclutamento del personale, ovvero previo esperimento di selezione pubblica. La normativa di riferimento è rappresentata, anche per il settore pubblico, dalla legge n. 863/84, la quale, all’art. 3, comma 5, stabilisce che il periodo di formazione e lavoro (che si caratterizza come lavoro a tempo determinato) è computato nell’anzianità di servizio in caso di trasformazione del rapporto di formazione e lavoro in rapporto a tempo indeterminato. Si ritiene, pertanto, che tale fattispecie sia da distinguere da tutte le altre situazioni di cumulo tra servizio svolto con contratti a tempo determinato e indeterminato, per i quali invece è valutabile solo l’anzianità a decorrere dall’immissione in ruolo.

    Sono stato iscritto all’albo molti anni. Ad oggi non risulto più iscritto e sono dipendente di una società privata. Posso partecipare?
    No, all’atto della presentazione della domanda ovvero entro il termine utile, il candidato deve appartenere ad una categoria di cui all’art. 2 del bando;

    Sono un funzionario della P.A. da 4 anni e 7 mesi. Prima però era stato iscritto all’albo degli avvocati per 3 anni. Posso partecipare?
    Si, i requisiti di anzianità prescritti ai fini dell’ammissione al concorso, si conseguono anche mediante cumulo dei periodi di attività svolti in categorie diverse da quella utilizzata per la partecipazione al concorso.

    Ho vinto un concorso in magistratura ordinaria e ho preso servizio in qualità di magistrato in tirocinio da tre mesi. Precedentemente, sono stato iscritto all’albo degli avvocati per un periodo di cinque anni e poi mi sono cancellato dal relativo albo. Posso partecipare al concorso?
    Si, i magistrati ordinari che al momento della presentazione della domanda non hanno ancora concluso il periodo di tirocinio, ma siano in possesso della prescritta anzianità in altra categoria tra quelle indicate, possono partecipare al concorso facendo valere il servizio pregresso, a condizione che il periodo di tirocinio risulti superato all’esito dell’accertamento che sarà effettuato, per i candidati ammessi alle prove orali, nell’immediatezza del relativo espletamento.

    Fino a quanti anni viene valutato il servizio prestato presso le pubbliche amministrazioni?
    Il servizio prestato presso le pubbliche amministrazioni viene valutato fino ad un massimo di 8 anni.

    Riferimenti Annunci FAQ

  • Concorso pubblico, per titoli ed esami, a trenta (elevabili a quaranta) posti di referendario nel ruolo della carriera di magistratura della Corte dei conti - SETTEMBRE 2018

    Anno: 2018

    Disponibile fino al: 29/11/2018 00:00


    https://www.corteconti.it/Home/Organizzazione/AmministrazioneTrasparente/BandiConcorso/ConcorsiMagistratura/Concorso31agosto2018

    Benvenuti nell'area dedicata al Concorso pubblico, per titoli ed esami, a 30 (elevabili a 40) posti di referendario nel ruolo della carriera di magistratura della Corte dei conti.

    Per informazioni inerenti il bando di concorso contattare il Segretariato Generale - Servizio accessi, mobilità e dotazioni organiche – al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

     

    Per chiarimenti di natura tecnica è possibile inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria: 

    10 Aprile 2020  Nella sessione documenti è pubblicata la sospensione della correzione delle prove scritte

    Data di pubblicazione: Aprile 10, 2020

     

    24 Gennaio 2020  Ultimo avviso ai candidati

    Data di pubblicazione: Gennaio 24, 2020

    ​E' stato pubblicato nella sessione documenti "Ultimo avviso ai candidati nell’imminenza dell’espletamento delle prove concorsuali scritte presso l’aula magna dell’Ergife Palace in Roma"

     

    29 Novembre 2019  avviso rinvio date prove scritte

    Data di pubblicazione: Novembre 29, 2019

    AVVISO

    Si comunica che le prove scritte del concorso pubblico, per titoli ed esami, a trenta posti di referendario nel ruolo della carriera di magistratura della Corte dei conti, indetto con D.P. 53 del 25 luglio 2018, già calendarizzate e confermate nella Gazzetta Ufficiale - IV Serie speciale - "Concorsi" del 18 ottobre 2019, sono rinviate secondo il seguente calendario:

    • Lunedi 27 gennaio 2020 consegna dei codici, con le modalità già indicate nella predetta G.U.
    • Da martedì 28 a venerdì 31 gennaio 2020 svolgimento delle prove scritte.

      Di quanto sopra sarà dato avviso sulla Gazzetta Ufficiale - IV Serie speciale - "Concorsi" del 13 dicembre 2019.

     

    18 Ottobre 2019  conferma del diario prove scritte

    Data di pubblicazione: Ottobre 18, 2019

    Link alla documentazione in descrizione

    09 Luglio 2019  diario delle prove scritte

    Data di pubblicazione: Luglio 09, 2019

    Link alla documentazione in descrizione

    A quale data devo possedere i requisiti per l'ammissione al concorso?
    I requisiti per l'ammissione al concorso e gli eventuali titoli di merito e di preferenza devono essere posseduti entro la data, specificata all'interno del bando, corrispondente al 90mo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale, ovvero al termine ultimo per presentare la domanda di partecipazione.

    I titoli di merito possono essere tra loro cumulabili?
    Per ogni categoria è possibile cumulare più titoli di merito fino ad un punteggio massimo prestabilito. In particolare:
    I categoria (Doti di capacità e di rendimento): massimo 20 punti
    II categoria (Incarichi): massimo 5 punti
    III categoria (Titoli di cultura): massimo 20 punti
    IV categoria (Studi elaborati e pubblicati): massimo 5 punti

    Si può presentare la domanda di partecipazione senza utilizzare il modulo telematico predisposto dalla Corte dei conti?
    No, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, pena l'esclusione dal concorso.

    È possibile consegnare personalmente la domanda?
    No, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, pena l'esclusione dal concorso.

    E’ necessario avere un indirizzo di posta elettronica certificata?
    Si, non saranno prese in considerazione le domande che riportano un indirizzo di posta elettronica ordinaria o di posta elettronica certificata non intestato al candidato che compila la domanda di partecipazione al concorso.

    Ho dimenticato la password e la mia pec è stata disabilitata, come posso fare?
    E’ necessaria una nuova iscrizione telematica utilizzando una nuova pec.

    Che cosa devo allegare alla domanda di partecipazione?
    Alla domanda devono essere allegati, a pena di esclusione dal concorso:

    • copia della ricevuta di versamento di 50 euro, quale contributo per le spese relative all’organizzazione ed all’espletamento del concorso
    • copia di un documento di identità del candidato in corso di validità
    • curriculum vitae aggiornato
    • le eventuali pubblicazioni in formato digitale (massimo n. 5). Se non si possiede il formato digitale le pubblicazioni cartacee possono essere spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro l’ulteriore termine perentorio di venti giorni dalla scadenza del bando, o presentate a mano al Segretariato generale della Corte dei conti, nello stesso termine, dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00; dell’avvenuta consegna a mano verrà rilasciata ricevuta.

    Sono un funzionario della P.A. da 4 anni e 7 mesi. Posso partecipare al concorso? 

    No, è necessario avere un’anzianità di servizio “almeno” di cinque anni per poter partecipare. Le anzianità prescritte dal bando per ciascuna categoria di partecipazione devono essere possedute interamente.

    Ho bisogno di richiedere tempi aggiuntivi e strumenti ausiliari per lo svolgimento delle prove scritte. Come devo fare?
    Il candidato può inserire, nell’apposito spazio dedicato agli allegati della domanda, utilizzando i campi denominati “Altro”,  anche l’eventuale istanza di strumenti ausiliari e di tempi aggiuntivi per lo svolgimento delle prove, corredata da idonea certificazione medica, ai sensi della normativa vigente.

    Sono un funzionario della P.A. assunto, tramite selezione pubblica, con contratto di formazione e lavoro. Posso considerare i 2 anni di formazione come servizio “di ruolo” ai fini del calcolo dell’anzianità?
    Si, il contratto di formazione e lavoro rappresenta un particolare tipo di contratto a termine, il cui nucleo originario si rinviene nella legge n. 285/1977 per il settore privato, e che successivamente è stato esteso, con il decreto legislativo n. 80/98, a tutti i comparti della pubblica amministrazione. Oggi il d.lgs n. 165/01 consente alle P. A. di avvalersi delle forme contrattuali flessibili “previste dal codice civile e dalle leggi sui rapporti di lavoro subordinato nell’impresa” fermo restando il rispetto delle disposizioni in materia di reclutamento del personale, ovvero previo esperimento di selezione pubblica. La normativa di riferimento è rappresentata, anche per il settore pubblico, dalla legge n. 863/84, la quale, all’art. 3, comma 5, stabilisce che il periodo di formazione e lavoro (che si caratterizza come lavoro a tempo determinato) è computato nell’anzianità di servizio in caso di trasformazione del rapporto di formazione e lavoro in rapporto a tempo indeterminato. Si ritiene, pertanto, che tale fattispecie sia da distinguere da tutte le altre situazioni di cumulo tra servizio svolto con contratti a tempo determinato e indeterminato, per i quali invece è valutabile solo l’anzianità a decorrere dall’immissione in ruolo.

    Sono stato iscritto all’albo molti anni. Ad oggi non risulto più iscritto e sono dipendente di una società privata. Posso partecipare?
    No, all’atto della presentazione della domanda ovvero entro il termine utile, il candidato deve appartenere ad una categoria di cui all’art. 2 del bando;

    Sono un funzionario della P.A. da 4 anni e 7 mesi. Prima però era stato iscritto all’albo degli avvocati per 3 anni. Posso partecipare?
    Si, i requisiti di anzianità prescritti ai fini dell’ammissione al concorso, si conseguono anche mediante cumulo dei periodi di attività svolti in categorie diverse da quella utilizzata per la partecipazione al concorso.

    Ho vinto un concorso in magistratura ordinaria e ho preso servizio in qualità di magistrato in tirocinio da tre mesi. Precedentemente, sono stato iscritto all’albo degli avvocati per un periodo di cinque anni e poi mi sono cancellato dal relativo albo. Posso partecipare al concorso?
    Si, i magistrati ordinari che al momento della presentazione della domanda non hanno ancora concluso il periodo di tirocinio, ma siano in possesso della prescritta anzianità in altra categoria tra quelle indicate, possono partecipare al concorso facendo valere il servizio pregresso, a condizione che il periodo di tirocinio risulti superato all’esito dell’accertamento che sarà effettuato, per i candidati ammessi alle prove orali, nell’immediatezza del relativo espletamento.

    Fino a quanti anni viene valutato il servizio prestato presso le pubbliche amministrazioni?
    Il servizio prestato presso le pubbliche amministrazioni viene valutato fino ad un massimo di 8 anni.

    Riferimenti Annunci FAQ

  • Concorso Referendario Giugno 2021 - 70 Posti

    CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, A SETTANTA POSTI DI REFERENDARIO NEL RUOLO DELLA CARRIERA DI MAGISTRATURA DELLA CORTE DEI CONTI

    Disponibile fino al: 27/09/2021 23:59


    https://www.corteconti.it/Home/Organizzazione/AmministrazioneTrasparente/BandiConcorso/ConcorsiMagistratura/Concorso29giugno2021

    Benvenuti nell'area dedicata al Concorso pubblico, per titoli ed esami, a 70 posti di referendario nel ruolo della carriera di magistratura della Corte dei conti.

     

    Per informazioni inerenti il bando di concorso è possibile inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

    • referendario@corteconti.it

     

    Per chiarimenti di natura tecnica è possibile inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

    • referendario.tecnico@corteconti.it

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

           

    Voglio partecipare a un concorso, cosa devo fare?
    E' necessario effettuare il login tramite SPID, quindi presentare la domanda di partecipazione on-line

    Cosa devo fare se ho problemi di accesso con SPID?
    È possibile consultare il sito SUPPORTO SPID e seguire le relative indicazioni 

    Al termine della compilazione della domanda questa è da considerarsi inviata?
    Dopo aver premuto "Conferma e procedi" il sistema presenta l'istanza appena compilata nello stato "Da pagare". È quindi necessario procedere al pagamento dopodiché la domanda verrà inviata automaticamente.

    Per sapere in che stato si trova la domanda è necessario accedere, tramite la propria utenza SPID, all'area "Concorsi attivi" poi "Elenco delle tue istanze" è possibile verificare lo stato delle proprie istanze:

    "Da completare" e "Salvato come bozza" indicano che la domanda è in corso di complilazione e deve ancora essere inviata cliccando sul pulsante "Conferma e Procedi";

    "Da pagare" indica che si deve procedere al pagamento per inviare la domanda;

    "Inviata" indica che la domanda è regolarmente inviata e recepita dal sistema. In tal caso si può cliccare su "Scarica" presente nella colonna azioni per avere una stampa della domanda inviata.

    È possibile compilare parzialmente il modulo e salvarne una bozza?     
    Sì è possibile utilizzando il tasto "Salva Bozza", quindi riprendere la compilazione in momenti successivi

    È possibile modificare la domanda inviata?
    Anche dopo aver inviato il modulo è possibile modificare i dati inseriti ed inviarli nuovamente entro e non oltre la data di scadenza del concorso. Se si era già effettuato il pagamento, la riapertura e il nuovo invio non comportano un ulteriore pagamento.

    La mia domanda risulta "Da completare" o "Salvato come bozza". Cosa devo fare per completarla e inviarla?
    Cliccare sull'icona "Completa" o "Visualizza" posta nella colonna delle azioni della propria istanza e compilare il modulo di domanda in tutte le sue parti fino al pulsante "Conferma e procedi" posto in basso alla seconda pagina. Una volta cliccato sul pulsante "Conferma e procedi" il sistema ricaricherà la pagina "Gestione Moduli Personali" e si potrà procedere al pagamento cliccando sull'icona del carrello nella colonna "Azioni". A pagamento effettuato la domanda sarà inviata automaticamente e sarà possibile scaricare una stampa della domanda inviata.

    La mia domanda risulta "Da pagare". Cosa devo fare per completarla e inviarla?
    È necessario procedere al pagamento cliccando sull'icona del carrello nella colonna "Azioni". A pagamento effettuato la domanda sarà inviata automaticamente e sarà possibile scaricare una stampa della domanda inviata.

    Posso scaricare una copia della domanda già inviata?
    Bisogna accedere all'area "Concorsi attivi" poi "Elenco delle tue istanze" e si potrà cliccare su "Scarica" presente nella colonna azioni per avere una stampa della domanda inviata. Una copia della domanda, con tutti gli allegati inseriti dall'utente, viene comunque inviata alla notificata automatica del sistema.

    Ho il modulo di domanda compilato. Provo a inviarlo, ma il sistema mi dice che i termini di partecipazione sono scaduti, cosa devo fare?
    Non è più possibile inviare la domanda di partecipazione dopo la scadenza dei termini.

    Ho caricato gli allegati ma non ricordo più se il documento è nell'ultima versione. Cosa posso fare?
    Accedendo nuovamente al concorso di interesse è possibile tornare sull'allegato in questione, scaricarlo per verifica. Se necessario, si può eliminare e sostituirlo con un altro.

    Ho cambiato il mio indirizzo di posta elettronica certificata. Riceverò ancora eventuali comunicazioni?
    Può accadere che, per un qualunque motivo, un candidato abbia dovuto cambiare la propria PEC, rispetto a quella inserita a sistema.

    In tal caso, per poter ricevere eventuali comunicazioni dall’ufficio concorsi, è sufficiente accedere al portale con le proprie credenziali SPID ed andare a modificare, in “I tuoi dati”, sezione “Modifica dati registrazione”, il proprio indirizzo di PEC.

    A quale data devo possedere i requisiti per l'ammissione al concorso?
    I requisiti per l'ammissione al concorso e gli eventuali titoli di merito e di preferenza devono essere posseduti entro il termine ultimo per presentare la domanda di partecipazione.

    I titoli di merito possono essere tra loro cumulabili?
    Per ogni categoria è possibile cumulare più titoli di merito fino ad un punteggio massimo prestabilito. In particolare:
    I categoria (Doti di capacità e di rendimento): massimo 20 punti
    II categoria (Incarichi): massimo 5 punti
    III categoria (Titoli di cultura): massimo 20 punti
    IV categoria (Studi elaborati e pubblicati): massimo 5 punti

    Si può presentare la domanda di partecipazione senza utilizzare il modulo telematico predisposto dalla Corte dei conti?
    No, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, pena l'esclusione dal concorso.

    È possibile consegnare personalmente la domanda?
    No, la domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, pena l'esclusione dal concorso.

    E’ necessario avere un indirizzo di posta elettronica certificata?
    Si, non saranno prese in considerazione le domande che riportano un indirizzo di posta elettronica ordinaria o di posta elettronica certificata non intestato al candidato che compila la domanda di partecipazione al concorso.

    La mia pec è stata disabilitata, come posso fare?
    E’ necessario attivare una nuova casella di PEC ed andarla a modificare, in “I tuoi dati”, sezione “Modifica dati registrazione”.

    Sono un funzionario della P.A. da 4 anni e 7 mesi. Posso partecipare al concorso? 

    No, è necessario avere un’anzianità di servizio “almeno” di cinque anni per poter partecipare. Le anzianità prescritte dal bando per ciascuna categoria di partecipazione devono essere possedute interamente. Tuttavia, è possibile cumulare periodi pregressi in altre categorie per completare i 5 anni necessari alla partecipazione.

    Sono un funzionario della P.A. da 4 anni e 7 mesi. Prima però era stato iscritto all’albo degli avvocati per 3 anni. Posso partecipare?
    Si, i requisiti di anzianità prescritti ai fini dell’ammissione al concorso, si conseguono anche mediante cumulo dei periodi di attività svolti in categorie diverse da quella utilizzata per la partecipazione al concorso.

    Sono un funzionario della P.A. assunto, tramite selezione pubblica, con contratto di formazione e lavoro. Posso considerare i 2 anni di formazione come servizio “di ruolo” ai fini del calcolo dell’anzianità?
    Si, il contratto di formazione e lavoro rappresenta un particolare tipo di contratto a termine, il cui nucleo originario si rinviene nella legge n. 285/1977 per il settore privato, e che successivamente è stato esteso, con il decreto legislativo n. 80/98, a tutti i comparti della pubblica amministrazione. Oggi il d.lgs n. 165/01 consente alle P. A. di avvalersi delle forme contrattuali flessibili “previste dal codice civile e dalle leggi sui rapporti di lavoro subordinato nell’impresa” fermo restando il rispetto delle disposizioni in materia di reclutamento del personale, ovvero previo esperimento di selezione pubblica. La normativa di riferimento è rappresentata, anche per il settore pubblico, dalla legge n. 863/84, la quale, all’art. 3, comma 5, stabilisce che il periodo di formazione e lavoro (che si caratterizza come lavoro a tempo determinato) è computato nell’anzianità di servizio in caso di trasformazione del rapporto di formazione e lavoro in rapporto a tempo indeterminato. Si ritiene, pertanto, che tale fattispecie sia da distinguere da tutte le altre situazioni di cumulo tra servizio svolto con contratti a tempo determinato e indeterminato, per i quali invece è valutabile solo l’anzianità a decorrere dall’immissione in ruolo.

    Sono stato iscritto all’albo molti anni. Ad oggi non risulto più iscritto e sono dipendente di una società privata. Posso partecipare?
    No, all’atto della presentazione della domanda ovvero entro il termine utile, il candidato deve appartenere ad una categoria di cui all’art. 2 del bando;

    Ho vinto un concorso in magistratura ordinaria e ho preso servizio in qualità di magistrato in tirocinio da tre mesi. Precedentemente, sono stato iscritto all’albo degli avvocati per un periodo di cinque anni e poi mi sono cancellato dal relativo albo. Posso partecipare al concorso?
    Si, i magistrati ordinari che al momento della presentazione della domanda non hanno ancora concluso il periodo di tirocinio, ma siano in possesso della prescritta anzianità in altra categoria tra quelle indicate, possono partecipare al concorso facendo valere il servizio pregresso, a condizione che il periodo di tirocinio risulti superato all’esito dell’accertamento che sarà effettuato, per i candidati ammessi alle prove orali, nell’immediatezza del relativo espletamento.

    Fino a quanti anni viene valutato il servizio prestato presso le pubbliche amministrazioni?
    Il servizio prestato presso le pubbliche amministrazioni viene valutato fino ad un massimo di 8 anni.

    Riferimenti Annunci FAQ

  • Concorso, per titoli ed esami, a quaranta posti di referendario di Tribunale amministrativo regionale della magistratura amministrativa

    Anno:2019

    Disponibile fino al: 09/11/2019 00:00


    https://trasparenza.cds.giustizia-amministrativa.it/bandi-concorso/personale-magistratura

    Homepage concorso

    Benvenuti nell'area dedicata al Concorso di secondo grado, per titoli ed esami, a quaranta posti di referendario di Tribunale amministrativo regionale del ruolo della magistratura amministrativa.

     

    Ai sensi dell'articolo 2, comma 1, del bando di concorso, si rammenta che il termine ultimo di invio della domanda di partecipazione è fissato alle ore 17:00 del 09/11/2019.

     

    Si raccomanda di compilare e inviare la domanda di partecipazione con congruo anticipo rispetto al termine di presentazione, alla scadenza del quale non sarà  più possibile né modificare né inviare la domanda.

     

    Per informazioni tecniche inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

    • referendario.tecnico@corteconti.it

    Per le ulteriori informazioni di carattere giuridico inerenti al bando di concorso, o chiarimenti successivi alla presentazione dell'istanza di partecipazione, consultare la sezione FAQ,

    ovvero, qualora la fattispecie non sia presente nella predetta sezione, contattare la Presidenza del Consiglio dei Ministri al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

    • serviziopersonalemagistrature@governo.it

     

    12 Dicembre 2019 Autorizzazione straordinaria

    Data di pubblicazione: Dicembre 12, 2019

    Autorizzazione straordinaria alla presentazione della domanda di partecipazione al concorso, per titoli ed esami, a 40 posti di Referendario TAR, di cui al D.P.C.M. in data 12 agosto 2019 stabilita esclusivamente in favore di coloro che hanno riscontrato problemi di accesso al portale nel giorno di sabato 9 novembre 2019. 

     

    Il portale consentirà l’accesso al modulo di partecipazione dal 13/12/2019 alle ore 9:00 al 19/12/2019 alle ore 17:00.

     

     

    12 Dicembre 2019 Autorizzazione straordinaria

    Data di pubblicazione: Dicembre 12, 2019

    Avviso pubblicato su G.U. n. 97 del 10.12.2019:

     

    PRESIDENZA

    DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

     

    Rinvio del diario delle prove scritte del concorso, per titoli ed esami, a quaranta posti di referendario di T.A.R., del ruolo della magistratura amministrativa.

          Il diario e la sede delle prove scritte del concorso, per titoli ed esami, a quaranta posti di referendario dei Tribunali amministrativi regionali - bandito con decreto del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri in data 12 agosto 2019 (Gazzetta Ufficiale n.72 del 10 settembre 2019), verranno resi noti mediante pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» - del 31 marzo 2020.

     

     

    11 Settembre 2019 Termine invio domande

    Data di pubblicazione: Settembre 09, 2019

    Ai sensi dell'articolo 2, comma 1, del bando di concorso, si rammenta che il termine ultimo di invio della domanda di partecipazione è fissato alle ore 17:00 del 09/11/2019.

    Si raccomanda di compilare e inviare la domanda di partecipazione con congruo anticipo rispetto al termine di presentazione, alla scadenza del quale non sarà  più possibile nè modificare né inviare la domanda.

     

    11 Settembre 2019 Utilizzo modulo allegato B

    Data di pubblicazione: Settembre 09, 2019

    ​Ai sensi dell'articolo 2, comma 3, del bando di concorso, si rammenta che per i candidati in condizione di disabilità  per minorazioni visive, certificate da struttura sanitaria pubblica, che non rende possibile l'utilizzo del portale, la partecipazione al concorso può avvenire anche mediante domanda redatta in formato cartaceo utilizzando lo schema allegato B) (Sezione documenti)

     

    11 Settembre 2019 Versamento contributo obbligatorio € 50,00

    Data di pubblicazione: Settembre 10, 2019

    ​Il versamento di € 50,00, quale contributo per le spese relative all'organizzazione e all'espletamento del concorso, deve essere effettuato, specificando la causale “Concorso referendario Tar anno 2019”, mediante bollettino postale sul conto corrente postale n. 37142015, intestato a Tesoreria centrale dello Stato - Entrate del Consiglio di Stato e TAR, oppure mediante bonifico bancario o postale sul conto corrente con il codice IBAN IT97 L 07601 03200 000037142015

    Ai sensi dell'articolo 2, comma 1, del bando di concorso, si rammenta che il termine ultimo di invio della domanda di partecipazione è fissato alle ore 17:00 del 09/11/2019.

     

    Si raccomanda di compilare e inviare la domanda di partecipazione con congruo anticipo rispetto al termine di presentazione, alla scadenza del quale non sarà  più possibile né modificare né inviare la domanda.

     

    --------------------------------------------------------------

     

    DOMANDE INERENTI ALLA VALUTAZIONE DEI TITOLI

    (articolo 8, comma 3, del bando di concorso)

    D: Desidero sapere se e come saranno valutati i seguenti titoli che ho allegato alla domanda, in base ai criteri di cui all'Allegato A al bando di concorso. 

    R: Tutto ciò che attiene alla valutazione dei titoli posseduti dai candidati – ivi inclusa l'interpretazione dei criteri di valutazione degli stessi titoli, contenuti nell'Allegato A del bando di concorso, come stabiliti dal Consiglio di Presidenza della giustizia amministrativa - rientra nella competenza specifica ed esclusiva della Commissione esaminatrice, come previsto dall'art. 8, comma 3, del bando concorsuale.

     

     

    --------------------------------------------------------------

     

    DOMANDE INERENTI AI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

    (articolo 1, commi 2 e 3 ed articolo 6, comma 1, del bando di concorso)

    D: Sono un dipendente ministeriale ed, allo scadere del termine entro il quale i requisiti di ammissione al concorso devono essere posseduti, non avrò ancora maturato i cinque anni richiesti dall'art. 1, comma 2, punto n. 4), del bando, ma potrò vantare soltanto un triennio di anzianità nella predetta categoria di dipendente ministeriale. Precedentemente, sono stato iscritto all'Albo degli avvocati per un periodo di sei anni e poi mi sono cancellato proprio per prendere servizio presso la mia attuale Amministrazione.

    Posso cumulare le due anzianità ai sensi del dell'art. 1, comma 3, del bando di concorso?

    R: L'art. 1, comma 3, del bando consente di avvalersi della facoltà di cumulo delle anzianità maturate nelle differenti categorie indicate dall'art. 1, comma 2, nel rispetto del requisito temporale più lungo tra quelli prescritti per le varie categorie vantate dal candidato. Nella fattispecie, poiché tra tali categorie vi è quella di avvocato – per la quale è richiesta un'anzianità minima di otto anni – è necessario prendere a riferimento quest'ultima anzianità e, quindi, considerato che il richiedente ha maturato, mediante il cumulo, un'anzianità complessiva di nove anni, il candidato possiede il requisito di anzianità previsto dall'art. 1, comma 3, del bando.

     

     

    --------------------------------------------------------------

     

    D: Sono attualmente dipendente di un ente locale, con tre anni di anzianità maturati presso lo stesso ente; precedentemente, sono stato iscritto all'Albo dell'ordine degli avvocati per un periodo di quattro anni. Non avendo maturato nelle predette categorie le anzianità previste, rispettivamente, dall'art. 1, comma 2, punti 4) e 7), del bando di concorso, chiedo se posso avvalermi, ai sensi dell'art. 1, comma 3, dello stesso bando, della facoltà di cumulo delle due citate anzianità ai fini dell'ammissione al concorso.

    R: L'art. 1, comma 3, del bando, pur prevedendo la possibilità di avvalersi della facoltà di cumulo delle anzianità maturate nelle differenti categorie indicate nel comma 2 del medesimo articolo, prevede che il requisito temporale di riferimento per la partecipazione al concorso sia il più lungo tra quelli relativi alle varie categorie fatte valere dal candidato; nella fattispecie, poiché il concorrente ha segnalato la sua pregressa attività di avvocato – per la quale è richiesta un'anzianità minima di otto anni – il candidato, nonostante il cumulo, risulta sprovvisto dell'anzianità minima richiesta, avendo maturato solo un'anzianità complessiva di sette anni nelle due categorie segnalate. 

     

    D: Ho vinto un concorso in magistratura ordinaria e ho preso servizio in qualità di magistrato in tirocinio da dieci mesi. Precedentemente, sono stato iscritto all'Albo degli avvocati (art. 1, comma 2, n. 7 del bando) per un periodo di sette anni e tre mesi e poi mi sono cancellato da detto Albo. Posso avvalermi della facoltà di cumulo delle due anzianità ai sensi dell'art. 1, comma 3, del bando di concorso? 

    R: I magistrati ordinari che, alla scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda, non hanno ancora concluso il periodo di tirocinio, ma vantano un'ulteriore anzianità in altra categoria contemplata dall'art. 1, comma 2, del bando, possono far valere il cumulo dell'anzianità maturata in qualità di magistrato ordinario con il servizio pregresso. Nella fattispecie, il requisito temporale da considerare è quello più lungo (otto anni) tra quelli richiesti per le varie categorie fatte valere dal candidato e, quindi, il candidato risulta in possesso dell'anzianità minima richiesta, avendo maturato più di otto anni complessivi. 

     

    D: Ho presentato domanda di partecipazione al concorso in qualità di giudice onorario con un'anzianità superiore a 5 anni. La mia candidatura è valida? 

    R: Tra le categorie professionali ammesse a partecipare al concorso, l'art. 1, comma 2, del bando non prevede la figura del magistrato onorario.

     

     

    --------------------------------------------------------------

     

    D (Ipotesi 1): Sono stato Consigliere comunale per un intero mandato ed ora, alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande, non rivesto più questa carica. Desidero sapere se la partecipazione al concorso è aperta ai soli Consiglieri in carica alla data di scadenza del suddetto termine o, se possono partecipare anche coloro che, pur non essendo più in carica, abbiano esercitato le funzioni per almeno 5 anni o, comunque, per un intero mandato.

    D (Ipotesi 2): Ho presentato domanda di partecipazione al concorso in qualità di avvocato iscritto all'Albo da più di otto anni. Tuttavia, prima della data di scadenza del termine utile per la presentazione dell'istanza di partecipazione, mi sono cancellato dal predetto Albo. La mia candidatura è valida?

    R: L'art. 6, comma 1, del bando dispone che "I requisiti di ammissione al concorso devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande, eccettuato il requisito di appartenenza alla categoria indicata nell'art. 1, comma 2, n. 8), del bando".

    Tale disposizione deroga al principio dell'attualità nel possesso dei requisiti di ammissione solo per la categoria contemplata dal citato art. 1, comma 2, n. 8), del bando, restando comunque confermato, anche per tale categoria, il rispetto della prescritta anzianità alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda.

    Pertanto, tolta la categoria indicata nell'art. 1, comma 2, n. 8), è sempre richiesto al candidato il requisito dell'attualità nell'appartenenza ad una delle altre categorie (tra le quali vi è quella degli avvocati) previste dal citato comma 2, ferma restando la possibilità di avvalersi del cumulo delle anzianità di cui all'art. 1, comma 3, del bando.

    Il menzionato art. 6,comma 1, quindi, da un lato opera una deroga parziale al principio dell'attualità nel possesso del requisito esclusivamente per la categoria di cui al citato art. 1, comma 2, n. 8) e, di converso, non autorizza alcuna dispensa al pieno rispetto del requisito delle anzianità di servizio singolarmente richieste per tutte le categorie ammesse a partecipare, ivi incluse le modalità di avvalimento della facoltà di cumulo disciplinata dall'art. 1, comma 3, del bando.

    Conseguentemente, nell'Ipotesi 1, il candidato è da ritenersi in possesso del requisito di anzianità previsto per la rispettiva categoria di appartenenza per l'ammissione, mentre, al contrario, tale requisito non può essere riconosciuto al concorrente di cui all'Ipotesi 2.

     

     

    --------------------------------------------------------------

     

    D: Sono stato iscritto all'Albo degli avvocati per molti anni e mi sono cancellato in quanto assunto da una società privata. Rientro in una delle categorie previste dal bando? 

    R: L'art. 1, comma 2, del bando, non contempla il dipendente di una società privata tra le categorie di soggetti ammessi a partecipare al concorso.

     

    Riferimenti Annunci FAQ

  • Concorso, per titoli ed esami, a quaranta posti di referendario di Tribunale amministrativo regionale della magistratura amministrativa TAR 2021

    Anno: 2021

    Disponibile fino al: 30/04/2021 00:00


    https://trasparenza.cds.giustizia-amministrativa.it/bandi-concorso/personale-magistratura

    Benvenuti nell'area dedicata al Concorso di secondo grado, per titoli ed esami, a quaranta posti (elevato a sessanta) di referendario di Tribunale amministrativo regionale del ruolo della magistratura amministrativa.

    Si rende noto che il termine ultimo di invio della domanda di partecipazione è stato prorogato alle ore 17:00 del      30 aprile 2021, come stabilito dall’art. 2 del D.P.C.M.        23 marzo 2021 (pubblicato nella G.U. della Repubblica Italiana, IV serie speciale, concorsi ed esami n. 28 del      9 aprile 2021).

    Si raccomanda di compilare e inviare la domanda di partecipazione con congruo anticipo rispetto al termine di presentazione, alla scadenza del quale non sarà  più possibile né modificare né inviare la domanda.

    Per assistenza tecnica è possibile inviare una email al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria: 

     

    • referendario.tecnico@corteconti.it

     

    Per le ulteriori informazioni inerenti il contenuto della domanda di partecipazione al concorso in argomento, consultare la sezione FAQ, qualora la fattispecie non sia presente nella predetta sezione, contattare la Presidenza del Consiglio dei Ministri inviando una email al seguente indirizzo di posta elettronica ordinaria:

     

    • serviziopersonalemagistrature@governo.it​

    09 Aprile 2021 - Avviso di aumento dei posti e ampliamento dei termini di presentazione delle domande
    Data di pubblicazione: Aprile 09, 2021

    AUMENTO DEI POSTI E AMPLIAMENTO DEI TERMINI DI SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO, PER TITOLI ED ESAMI, A 40 POSTI DI REFERENDARIO DI T.A.R.

    (DPCM 23 marzo 2021 pubblicato in G.U. della Repubblica Italiana, IV° serie speciale, concorsi ed esami n° 28 del 9 aprile 2021).

    Si comunica che nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana IV serie speciale – concorsi ed esami – n. 28 del 9 aprile 2021, è stato pubblicato il D.P.C.M. in data 23 marzo 2021, recante l’ampliamento dei posti da 40 a 60 e dei termini per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso bandito con il D.P.C.M. in data 5 febbraio 2021.

    I predetti termini sono ampliati di ulteriori dieci giorni rispetto all’attuale termine di scadenza, fermo restando il limite orario delle ore 17,00 per l’inoltro della domanda di partecipazione al concorso. È confermata ogni altra disposizione prevista dal relativo bando di concorso.

    Il testo della suddetta Gazzetta, contenente il D.P.C.M. in data 23 marzo 2021, recante l’aumento dei posti da 40 a 60 e l’ampliamento dei termini per la presentazione delle domande, è reperibile anche "nella sezione Documenti" del presente portale.

     

    26 Febbraio 2021 - Avviso di rettifica relativa al concorso a 40 posti di referendario Tar
    Data di pubblicazione: Febbraio 26, 2021

    Avviso di rettifica relativo al concorso, per titoli ed esami, a quaranta posti di referendario di Tribunale amministrativo regionale del ruolo della magistratura amministrativa (pubblicato in G.U. della Repubblica Italiana, IV° serie speciale, concorsi ed esami n° 16 del 26 febbraio 2021).

    Si comunica che, in relazione al bando di concorso, per titoli ed esami, a quaranta posti di referendario di Tribunale amministrativo regionale del ruolo della magistratura amministrativa, pubblicato nella G.U. della Repubblica Italiana, IV° serie speciale, concorsi ed esami, n. 14 del 19 febbraio 2021, per mero errore materiale, l’Allegato A posto a pagina 7, è stato redatto in modo incompleto. Pertanto quest’utimo si ritiene sostituito integralmente dal seguente nuovo ALLEGATO A.

    Il testo della suddetta Gazzetta, contenente l’avviso di rettifica e il nuovo Allegato A sono reperibili anche "nella sezione Documenti" del presente portale.

     

    19 Febbraio 2021 - Termine invio domande
    Data di pubblicazione: Febbraio 19, 2021

    Ai sensi dell'articolo 2, comma 1, del bando di concorso, si rammenta che il termine ultimo di invio della domanda di partecipazione è fissato alle ore 17:00 del 20/04/2021 

    Si raccomanda di compilare e inviare la domanda di partecipazione con congruo anticipo rispetto al termine di presentazione, alla scadenza del quale non sarà più possibile né modificare né inviare la domanda.

     

    19 Febbraio 2021 - Amministrazione trasparente della Giustizia Amministrativa
    Data di pubblicazione: Febbraio 19, 2021

     

    ​Per ulteriori informazioni è possibile visitare l'amministrazione trasparente della Giustizia Amministrativa al seguente link: 

    https://trasparenza.cds.giustizia-amministrativa.it/bandi-concorso/personale-magistratura/referendario

     

    19 Febbraio 2021 - Utilizzo modulo allegato B
    Data di pubblicazione: Febbraio 19, 2021

    ​​Ai sensi dell'articolo 2, comma 3, del bando di concorso, si rammenta che per i candidati in condizione di disabilità  per minorazioni visive, certificate da struttura sanitaria pubblica, che non rende possibile l'utilizzo del portale, la partecipazione al concorso può avvenire anche mediante domanda redatta in formato cartaceo utilizzando lo schema allegato B) (Sezione documenti)​

     

    19 Febbraio 2021 - Versamento contributo obbligatorio € 50,00
    Data di pubblicazione: Febbraio 19, 2021

    ​​Il versamento di € 50,00, quale contributo per le spese relative all'organizzazione e all'espletamento del concorso, deve essere effettuato, specificando la causale “Concorso referendario Tar anno 2021”, mediante bollettino postale sul conto corrente postale n. 37142015, intestato a Tesoreria centrale dello Stato - Entrate del Consiglio di Stato e TAR, oppure mediante bonifico bancario o postale sul conto corrente con il codice IBAN IT97 L 07601 03200 000037142015​

    Voglio partecipare a un concorso e non sono registrato, cosa devo fare?
    E' necessario effettuare il login, quindi presentare la domanda di partecipazione on-line

    Voglio partecipare a un concorso e sono già registrato, cosa devo fare?
    E' necessario effettuare il login e presentare la domanda di partecipazione on-line

    Posso utilizzare una casella di posta certificata di qualunque gestore?
    Sì.

    Cosa devo fare se ho dimenticato la password associata al mio profilo?
    Selezionare il pulsante Accedi, posto in alto a destra del portale, e scegliere Problemi di accesso? Inserire username o PEC e chiedere di ottenere una nuova password tramite il pulsante Rigenera password. Il sistema invierà alla PEC associata al profilo le istruzioni per poter inserire una nuova password.

    Cosa devo fare se ho dimenticato la username associata al mio profilo?
    Selezionare il pulsante Accedi, posto in alto a destra del portale, e scegliere Problemi di accesso? Inserire la propria PEC e chiedere di ottenere la username tramite il pulsante Recupera Username. Il sistema invierà alla PEC associata al profilo, la username precedentemente scelta.

    Al termine della compilazione della domanda questa è da considerarsi valida?
    Per sapere in che stato si trova la domanda è necessario accedere, tramite la propria utenza e password, all'area I miei concorsi e controllare cosa viene visualizzato nella colonna stato candidatura relativa al concorso di interesse:
    Da completare indica che la domanda non è ancora valida
    Completata indica che la domanda è valida. In tal caso si può cliccare su Ricevuta per avere una stampa della domanda inviata.

    Inoltre nella sezione Mie notifiche si può visionare la conferma, anche in versione stampabile.
    Si noti che, comunque, anche dopo aver inviato il modulo è possibile modificare i dati inseriti ed inviarli nuovamente entro e non oltre la data di scadenza del concorso.

    La mia domanda risulta Da completare. Cosa devo fare per completarla e renderla valida?
    Recarsi sulla pagina del concorso, cliccare PARTECIPA e compilare il modulo di domanda in tutte le sue parti fino al pulsante INVIA posto all’ultimo step. Una volta cliccato sul pulsante INVIA il sistema ricaricherà la pagina I miei concorsi e si potrà scaricare la ricevuta della domanda.

    Posso interrompere la compilazione della domanda senza perdere le informazioni inserite?
    Sì. Il modulo è suddiviso in STEP, ogni volta che si passa a uno step successivo (solo quando la domanda non è stata ancora mai inviata) è lo stesso sistema che si occupa di salvare in automatico una bozza della domanda (per quanto riguarda gli STEP già inseriti). Si può quindi interrompere la compilazione e riprenderla in un secondo momento. Per completare la compilazione e procedere all'invio della domanda, sarà poi sufficiente accedere all'area I miei concorsi, posta nel menu in alto. Verrà mostrato lo stato della domanda in versione bozza. Cliccando su Bozza è possibile proseguirne la compilazione.

    Non riesco a visualizzare correttamente il modulo di domanda, cosa devo fare?
    Per l’utilizzo del sistema, verificare i requisiti nella pagina Istruzioni.

    Dove posso recuperare la bozza di un modulo di domanda?
    Occorre accedere all'area I miei concorsi, posta nel menu in alto. Verrà mostrato lo stato della domanda e, se ancora da completare, sarà possibile cliccarci sopra per riprendere gli step da compilare.

    Posso scaricare una copia della domanda già inviata?
    Bisogna accedere all'area I miei concorsi, selezionare il concorso di interesse e quindi scaricare, cliccando l'icona verde relativa alla domanda registrata, una copia della domanda in formato PDF.

    Ho il modulo di domanda compilato. L'ho convalidato, provo a inviarlo, ma il sistema mi dice che i termini di partecipazione sono scaduti, cosa devo fare?
    Non è più possibile inviare la domanda di partecipazione dopo la scadenza dei termini.

    Ho caricato gli allegati ma non ricordo più se il documento è nell'ultima versione. Cosa posso fare?
    Accedendo nuovamente al concorso di interesse e cliccando su PARTECIPA è possibile tornare sullo STEP nel quale vengono richiesti gli ALLEGATI, scaricare l’allegato da verificare, ricontrollare e, se necessario, si può eliminare, ricaricare o sostituire con un altro.

    Ho cambiato il mio indirizzo di posta elettronica certificata. Riceverò ancora eventuali comunicazioni?
    Può accadere che, per un qualunque motivo, un candidato abbia dovuto cambiare la propria PEC, rispetto a quella inserita a sistema durante la registrazione al portale dei concorsi.

    In tal caso, per poter ricevere eventuali comunicazioni dall’ufficio concorsi, è sufficiente accedere al portale con le proprie credenziali ed andare a modificare, in “Gestione Profilo”-sezione “Account”, il proprio indirizzo di PEC.

    Ho ricevuto una mail con:
    - oggetto “POSTA CERTIFICATA: Corte dei conti - Concorsi On Line -...”
    - mittente: “Per conto di: concorso.referendario@corteconticert.it ...”
    ma non riesco a trovare le informazioni che mi servono, cosa devo fare?

    A seconda del client di posta utilizzato, le informazioni si trovano nel corpo della mail o in allegato nel file “postacert.eml”.
    Se le informazioni non sono presenti e non si trovano allegati significa che il client di posta utilizzato non supporta la visualizzazione delle mail PEC. Si prega, in tal caso, di utilizzare un client di posta diverso, per esempio accedendo tramite webmail (ovvero leggendo la posta sul sito web del gestore della propria mail, come il sito di yahoo, il sito di tiscali, il sito di gmail, etc…) >

    Sono nato all'estero. Cosa devo indicare in Comune e Provincia in fase di registrazione al portale?
    Nel campo Provincia di Nascita, selezionare "NAZIONE ESTERA" e poi, nel campo Comune di Nascita, selezionare lo stato di nascita.

    Riferimenti Annunci FAQ